LA VARICELLA ...

Che cos'è la varicella?

 

Forse hai già sentito parlare di questa malattia, o magari hai visto un tuo amico, o un fratello che avevano la varicella. E' un nome particolare, vero?

I bambini di lingua inglese se la ricordano bene perchè la chiamano "chickenpox", dove "chicken" significa "pollo" ... ma la varicella non ha niente a che vedere con i polli!

E' una malattia causata da un virus : il Virus della Varicella-Zoster.
Ecco, pronuncialo bene: - V
a-ri-cel-la-Zo-ster ...non è poi così difficile. Questo virus ha due nomi perchè oltre alla varicella può dare, nelle persone più grandi, anche un'altra malattia, detta "il fuoco di S.Antonio" (...anche i santi si ammalavano).
Ma niente paura, se ti prendi la varicella finché sei piccolo, te la cavi con poco: un po' di riposo a casa (...vacanza), un po' di prurito e un po' di pazienza e in 7-10 giorni, coccolato da tutti, ti ritrovi bello e guarito

Cosa vedi se ti guardi allo specchio? (...AAARGH!!!!)
Come si prende la varicella?

La varicella generalmente inizia 13-17 giorni dopo essere stati vicino a qualcuno che si era ammalato (che può trasmettera la malattia gia 2-3 giorni prima della comparsa delle macchioline rosse).
Puoi prenderla attraverso l'aria, quando chi è ammalato di varicella tossisce o stranutisce vicino a te, oppure toccando il liquido chiaro che esce dalle bollicine o ancora toccando qualche oggetto che sia venuto a contatto con il liquido delle bollicine.

Cosa devi fare.

Che cosa NON devi fare.

NON- GRATTARTI...NON GRATTARTI...NON GRATTARTI!!!

Infatti con le unghie sporche puoi rompere le bollicine e causare un' infezione, che potrebbe lasciarti qualche cicatrice come "ricordino" della varicella!

Che cos'è il "Fuoco di S.Antonio".

Questa malattia è nelle persone adulte una cosa simile alla varicella: infatti è causata dallo stesso virus e si formano le stesse veschichette, solo che queste si raggruppano in alcune zone del corpo e non dappertutto e possono essere accompagnate da una sensazione di bruciore. Le persone che hanno avuto la varicella da giovani, potrebbero avere da adulti il "Fuoco di S.Antonio".

Una persona può prendere il Fuoco di S.Antonio da qualcuno che abbia questa malattia o la varicella, semplicemente toccando il liquido delle bollicine e a sua volta, può trasmettere la varicella a qualcuno che non l'abbia avuta.

Cosa fare per evitare di prendersi la Varicella?

Se prima dovevi stare... alla larga (!) dai tuoi amici ammalati, contando i giorni per vedere se l'avevi scampata, ora c'è qualcosa di più efficace: la vaccinazione. Con una piccola iniezione si viene a contatto con un virus della varicella "modificato" in laboratorio; il virus così modificato è "addormentato", non è più capace di produrre la malattia vera e propria, però può insegnare al tuo organismo come riconoscerlo. In questo modo, la prossima volta che ne incontrerai uno bello forte, ad esempio da un tuo compagno malato, il tuo organismo lo riconoscerà immediatamente, attiverà subito le sue difese e tu non ti ammalerai!. Come in altri paesi, anche in Italia questa vaccinazione non è obbligatoria, cioè nessuno ti obbliga a farla, ma ciò non significa che non sia utile: parla con i tuoi genitori e invitali a leggere in questo sito le schede dedicate alla varicella, al morbillo e alle altre vaccinazioni!

Che cosa dicono i bambini della varicella.
Il dottor POX consiglia...

:-Se hai bollicine in bocca, può essere una buona idea bere bevande fresche o succhiare un po' di gelato : attento alle bibite gassate, perchè potrebbero provocarti bruciori!-.