Varicella

 

La malattia

La varicella è una comune malattia dell’infanzia causata dal virus della varicella-zoster (VZV). Il virus si trasmette da persona ammalata ad una persona sana attraverso le goccioline emesse con la respirazione o il contatto delle vescicole-pustole della pelle. La varicella di solito è una malattia lieve, ma può essere grave e rarissimamente anche mortale, specialmente quando colpisce bambini molto piccoli o gli adulti. La malattia si presenta di solito con febbre, malessere generale e una tipica eruzione della pelle che inizia dalla faccia e il capo e  si estende al tronco e al resto del corpo. L’eruzione della pelle è caratterizzata da delle papule che si trasformano poi in vescicole-pustole e croste. Un bambino di solito presenta da 300 a 500 lesioni della pelle durante l’infezione.

La varicella può causare polmonite (23 ogni 10.000 casi), sovrainfezioni batteriche delle pustole, cicatrici cutanee, artriti, danni cerebrali (più di 1 ogni 10.000 casi), trombocitopenia, e infiammazione del cervelletto che può causare un'insufficiente coordinazione muscolare (atassia cerebellare). Le complicazioni sono più frequenti nei neonati, negli adulti e nelle persone con deficit immunitari.
 
Quando la  varicella colpisce una donna negli ultimi giorni della gravidanza, si può avere l’infezione del neonato che provoca una forma molto estesa e grave con la morte del 30% dei bambini.

Il vaccino

È costituito da virus attenuati.  Si somministra per via sottocutanea.È costituito da virus viventi ed attenuati.

Chi dovrebbe essere vaccinato?

·         Gli adolescenti e i giovani adulti che non si sono ancora ammalati di varicella

·         Le donne che non si sono ancora ammalate di varicella, specialmente se lavorano a contatto con i bambini (maestre, educatrici) o a contatto con i malati.

·         I familiari di persone suscettibili alla malattia e con difese immunitarie ridotte.

·         Le persone ad alto rischio non immuni che sono venute a contatto con malati di varicella: la vaccinazione eseguita entro 72 ore (3 giorni) può prevenire lo sviluppo della malattia.

Chi non dovrebbe essere vaccinato?

·         Persone che sono allergici  gelatina, all’antibiotico neomicina o che hanno presentato una grave reazione allergica ad una precedente dose di vaccino antivaricella.

·         Le donne in gravidanza.

  •  Persone con gravi alterazioni del sistema immunitario dovuto a malattie (es. agammaglubulinemia, ecc) o all’effettuazione di alcune terapie (terapia antineoplastica). Fanno eccezione le persone infette con HIV che possono essere vaccinate se non hanno segni di alterazione del sistema imunitario.

·         I bambini di età inferiore a 12 mesi

 

Chi deve rinviare la vaccinazione

 

  • Persone che presentano una malattia acuta in atto grave o moderata devono attendere il miglioramento clinico o la guarigione prima di ricevere il vaccino.
  • Persone che hanno ricevuto da poco prodotti contenenti anticorpi (es. trasfusioni di sangue, immunoglobuline) devono attendere uno o più mesi prima di ricevere il vaccino.
  • Persone che assumono steroidi (ad esempio cortisone) ad alte dosi (almeno 2 mg per Kg al giorno o 20mg o più di prednisone equivalente al giorno per 2 o più settimane. Queste persone possono essere vaccinate un mese dopo aver interrotto la terapia.

Dosi e calendario

Bambini tra i 12 mesi e i 12 anni: una dose di vaccino.

Bambini con più di 12 anni e adulti: due dosi di vaccino, distanziate di almeno 4 settimane.

Efficacia del vaccino

Il vaccino ha un'efficacia dell’ 80%-90% nel prevenire l'infezione, e del 85%-95% nel prevenire le forme gravi di varicella.

Effetti collaterali

La maggioranza delle persone che si vaccinano non presenta alcun effetto collaterale. Le altre presentano in genere solo una reazione lieve nel punto di iniezione, quale indurimento e gonfiore, febbre (nel 10-15% dei casi)  o un reazione cutanea lieve simile alla varicella che si presenta entro 3 settimane dalla vaccinazione (nel 4-6% dei casi).

In caso di reazioni locali usare panni freddi o farmaci a base di paracetamolo, se necessario, per ridurre il dolore.


In caso di reazioni febbrili:

  • Dare da bere molti liquidi
  • Non vestire troppo il bambino se è caldo
  • Usare farmaci a base di paracetamolo (non aspirina) o panni freddi, se necessario, per ridurre la febbre

Nel caso che i sintomi, in particolare la febbre, si protraggano per più di due giorni può essere opportuno consultare il vostro medico per verificare che non si tratti di un comune effetto collaterale ad una vaccinazione ma i sintomi si riferiscano ad un'altra malattia che deve essere riconosciuta e trattata.

Sono stati descritti alcuni casi di Herpes zooster dopo la vaccinazione. In casi molto rari (2 su 10.000) si possono avere reazioni gravi come convulsioni febbrili e polmoniti.

 

Se si verificasse una reazione importante o insolita, rivolgetevi al vostro medico. In questo caso va fatta la segnalazione d'evento avverso ed è importante avvisare il servizio di vaccinazione.

Bibliografia

  1. Epidemiology & Prevention of Vaccine-Preventable Diseases "The Pink Book" 10th Edition 2006. http://www.cdc.gov/vaccines/pubs/pinkbook/downloads/varicella.pdf
  2. National Network for Immunisation Information (NNii) 03 aprile 2007 http://www.immunizationinfo.org/vaccineInfo/vaccine_detail.cfv?id=11
  3. The Children’s Hospital of Philadelphia - Vaccine Education Center - A Look at Each Vaccine: Varicella (Chickenpox) Vaccine
    http://www.chop.edu/consumer/jsp/division/generic.jsp?id=75731
  4. Protocole d'immunisation du Québec. Aprile 2004 - Vaccins contre la varicelle http://publications.msss.gouv.qc.ca/acrobat/f/documentation/piq/chap1_18/chap8b.pdf
  5. Department of Health UK- Immunisation Against Infectious Disease - "The Green Book" 2006.Chapter 34: Varicella.http://www.dh.gov.uk/en/Policyandguidance/Healthandsocialcaretopics/Greenbook/DH_4097254
  6. Organizzazione Modiale della sanità – Vaccinazione contro la varicella - Varicella (August 1998) Original English and French versions [pdf 338kb]
  7. An Advisory Committee Statement (ACS). National Advisory Committee on Immunization (NACI) Statement On Recommended Use Of Varicella Virus Vaccine
    http://www.phac-aspc.gc.ca/publicat/ccdr-rmtc/99vol25/25sup/acs1.html
  8. Aggiornamento http://www.phac-aspc.gc.ca/publicat/ccdr-rmtc/02vol28/28sup/acs3.html
  9. Varicella Vaccine Update. (2000). Pediatrics, 105, 136-141 CDC. (1998). Vaccine Information Statement (VIS) Available on line: http://pediatrics.aappublications.org/cgi/content/full/105/1/136
  10. American Academy of Pediatric s- Rapporto del comitato sulle malattie infettive - Red Book ed. 2006 – Pacini editore – Capitolo Varicella - zoster: 580-592.